Accademia degli Artisti

Vai ai contenuti

Menu principale:

Giuseppe Faraone

GLI ARTISTI DELL'ACCADEMIA


Giuseppe Faraone

I colori da soli non dicono nulla, è l'artista che li anima mescolandoli insieme al suo stato d'animo.
Cosi nasce la pittura che non deve essere necessariamente ne gioiosa ne esteticamente bella,
ma solo la cronaca delle tue emozioni
"Questa è la mia Arte ( G.Faraone)

Il suo sito.....

www.pinofaraone.it



La sua pagina artistica.....

https://www.facebook.com/pinofaraone?fref=ts


Brevi cenni Biografici


Giuseppe Faraone artista  post-macchiaiolo.
Giuseppe Faraone ha esposto in varie mostre personali e collettive, tra le personali spiccano, Venezia durante la Biennale del 1993, Spoleto dove ha partecipato al festival dei due Mondi, l'artista ricorda con piacere quella in favore della Lega del Filo d'Oro organizzata dalla gallerista Ursula Petrone alla Galleria Petrofil a Milano. Ha fatto parte dei pittori dei Navigli partecipando a molte edizioni della tradizionale mostra all'aperto sui Navigli. All'nizio degli anni 90 fino al 99 a più riprese e per brevi periodi si è trasferito ha Parigi dove a dipinto vari scorci della Senna e Montmartre. Recensioni di Faraone sono state pubblicate sulle maggiori riviste specializzate d'arte, tra cui il mensile Arte della Mondadori, nel 1995 è stata pubblicata la una sua biografia di 120 pag dal titolo " Il pittore Giuseppe Faraone dal Li Foi alla butte de Montmartre Attualmente dipinge ed espone nel suo studio laboratorio ( La Tana dell'Arte) a San Donato Milanese



Personaggio di spicco nel mondo della pittura  contemporanea, Giuseppe Faraone fa mostra di sè e della sua anima attraverso un arte che lo colma in tutte le sue sfaccettature; tormentato quanto basta ci regala nel reale una similitudine di emozioni che possono essere trasmesse solo dagli artisti più espressivi. Giuseppe Faraone come tutti gli artisti è un contrasto di stati emozionali che si esprimono con tutta la loro forza attraverso i suoi dipinti, lasciando celare anche gioia e positività per la vita e tutte le componenti che la costituiscono. Questo é Giuseppe: arte nell'arte della vita stessa da cui attingere gli stati emozionali necessari che trasformerà sapientemente in arte attraverso i suoi dipinti.
C.Russo



"Niente scanner come fanno in tanti
io dipingo ancora con disegno e pennelli" (Giuseppe Faraone autore)

COPIE D'AUTORE  ENTRA
http://www.pinofaraone.it/copie-d-autore/



I suoi dipinti....

Giuseppe Faraone come tutti gli artisti è un gabbiano solitario che vola nel cielo dell’arte più antica e nobile:la pittura.

Gabbiano solitario, Giuseppe Faraone autore.




Il pittore e il mare  Giuseppe Faraone dipinti.....




http://www.pinofaraone.it/nudi-e-figure/   clicca e vai alla paginavai alla pagina

Amplesso con la natura    Giuseppe Faraone dipinti......




Brevi cenni critici

http://www.pinofaraone.it/recensioni/



Il fiume   Giuseppe Faraone dipinti




Venezia    Giuseppe Faraone dipinti





(Vitantonio Palmisano)
Storico
SCRIVE di lui......

la monografia di un pittore

~ Che pensieri si agitano nel1'animo un pittore di origine lucana, che scopre le tradizioni dell'arte lombarda, si innamora dei colori di Melégnano e di Milano, si emoziona osser¬vando i vicoli di Parigi e decide di 'dedicarsi alla pittura en plein air sui ponti che scavalcano la Senna? E' questo 1'interrogativo, fondamentale nella sua semplicità, che ha gui¬dato la scrittura della mono-grafia su .Giuseppe Faraone, pittore nato a Picerno, trapiantato a San Donato Milanese e adottato dalla comunità artistica di Melegnano, curata e pubblicata di recente da Vitantonio Palmisano. In copertina è riprodotto un olio su tavola di Faraone che ritrae il boulevard Garibaldi. Un'immagine densa, che riverbera colori sullo sfondo arancione, ed introduce ad un centinaio di pagine fitte di informazioni. Per raccontare la vita e 1'opera di Giuseppe Faraone, 1'autore ha scelto diversi punti di vista. Ha descritto le sue caratteristiche di uomo, ha raccontato 1'origine di una vocazione pittorica, ha individuato le fonti di ispirazione, i limiti, le intuizioni. Poi si è affidato a ciò che era già stato scritto e detto di Faraone. Perciò 1'indice del volume vede seguire, si cenni biografici e sulla formazione artistica, un capitolo dedicato alla recensioni, una rassegna delle pubblicazioni su cataloghi, riviste e giornali, un elenco dei concorsi, delle mostre e delle esposizioni cui Fa¬raone ha partecipato, indica¬zioni sulle firme, persino una bibliografia accurata che tiene conto di volumi, recensioni e citazioni in riviste più o meno specifiche. Come dire che il racconto che Palmisano fa di questo autore in qualche modo "melegnanese" non è che un punto di partenza e ci sono materiali consistenti 'da consultare per chiunque voglia tracciare innumerevoli altri racconti destinati a scoprire 1'intimità di un autore, la sua ricchezza di uomo, l'origine delle sue ispirazioni. Individuando le caratteristi¬che artistiche di Faraone, Palmisano usa spesso le stesse parole. Cita il suo romanticismo, la fitte carica emoziona-le concentrata nei quadri che sembrano incantare attimi di vita dentro le tele, la spontaneità con cui produce, 1 inten¬sità che gli procura dipingere con un cavalletto e una piccola tela in un angolo appartato vicino alla Senna. Intessendo la biografia del1'artista, invece, Palmisano cerca di fari capire che la sua passione per la pittura matu¬ra in un ambiente ristretto Faraone ha "genitori contadini", cresce in un angolo "aspro e impervio" di Lucania, vive a "stretto contatto con un contesto rurale", frequenta 1'istitu¬to d'arte, si trasferisce in Lombardia, si lascia contagiare dall'entusiasmo della ricchezza artistica del Sudmilano. Per la sua terra natale nutre una nostalgia profonda, che illumina anche i dipinti elaborati in Francia, in una fase della sua carriera in cui si rende conto che dipingere all'aria aperta, sul momento, in maniera estemporanea, lo esalta. Palmisano traccia un ritratto e lascia al lettore 1'obbligo di approfondirlo. Per farlo regala Vitantonio Palmisano. Lo scrittore di Melegnano ha pubblicato il testo intitolato "11 pittore Giuseppe Faraone dal Li Foi alla butte de Montmartre". La monografia sull'artista lucano è stata presentata il 2 aprile all'auditorium melegnanese "Cav. G. Recagni" qualche immagine a colori delle opere di Faraone. La monografia sul pittore di Picerno è la quarta dedicata ad un autore di Melegnano, che chiude un ciclo e stabilisce un perimetro in cui muoversi per scopri¬re 1'arte locale (nel senso solo geografico del termine). Alcune delle pagine della monografia riferiscono brani del diario di Faraone, che non lasciano dubbi sulla ,tenacia della sua vena pittorica. Ogni tela nasce da P'ossequio ad un'ispirazione intensa, che Palmisano, "rubando" le parole al Joyce tradotto da Cesare Pavese, descrive come un costante desiderio di esprimersi, `<di ritornare a spremere dalia terra bruta e da ciò che essa genera, dai suoni, dalle forme e dai colori, che sono le porte della prigione della nostra anima".


L'ultimo tram    Giuseppe Faraone dipinti






Colori e poesie.....
http://www.pinofaraone.it/poesia-colori/


Risalendo il fiume dei colori (Pierangela Fleri)

Sapessi amore, quante volte ho provato
a risalire il fiume
Abbagliata dai colori

Poi le correnti avverse
Mostrarmi presto spigolosi sassi
E sull’incedere di un equilibrista
Le mani annaspavano, setacciando il vuoto
Di un silenzio dal rombo più forte di un tuono

Man mano si allungava la strada
Vivendo il tuo vissuto altrove
Ferirsi, dal mio passo lento e il tuo ramificarti dentro

Avrei voluto stringere il tuo pianto

Come si fa coi bimbi, a voce bassa
con la carezza di un piumino
e la forza che abbatte ogni destino

Gli echi vanno e tornano
Perché tu sai e io so
Che tornerà l’estate ad asciugare il tempo

 




Ringraziamo il M° Giuseppe Faraone per la sua disponibilità augurandogli un cammino di vita nello splendore della sua arte che lo vedrà percorrere il mondo anche nei secoli futuri attraverso i suoi meravigliosi dipinti.
C.Russo




Torna ai contenuti | Torna al menu